Pino Sondelli

[vc_row][vc_column][vc_column_text]pino-sondelliIo!?…. si, Pino Sondelli….il mio curriculum!?…. no, preferisco un veloce flashback!
Al di là di quelli che sono i ricordi d’infanzia, che siano essi tristi o gioiosi, hanno sempre il loro valore, la memoria mi agli inizi degli anni sessanta. Tra il dovere di impegnarmi per lunghe ore con la testa sui libri e la forte attesa del pomeriggio per correre a giocare a calcio con i miei coetanei.
Ricordo con ardore quei momenti in cui, a scuola, ero chiuso in una stanza buia, la “Camera Oscura”; lì una sola luce rossa mi permetteva di ammirare la magia fatta di piccoli fogli bianchi che in pochi istanti, ondeggiando in vasche riempite di liquidi formati con sostanze chimiche, si trasformavano in straordinarie immagini.
Quei chiaro.-scuri creavano in me un forte interesse perché sembravano dei quadri, anche se in bianco e nero. Fantastico era scoprire come tantissime foto minuscole, stampate una dietro l’altra su una lunga striscia d celluloide e fatte girare su di un rullo davanti ad una lampada, si animavano proiettate su uno schermo bianco, lasciandomi letteralmente incantato.
Sin da piccolo la vita mi ha fatto girare attorno ad un mondo di cose belle da scoprire il disegnare con una semplice matita, il dipingere con i pennelli immersi nei colori; il bianco, il nero, il rosso, il verde, il blù miscelati tra loro, per ottenere tanti altri colori. E desiderio e la voglia di costruire con le mie mani giocattoli con l’ aiuto di stoffe, cartone, colla di farina e tanta fantasia.
Più si cresce con gli anni e più si sente il bisogno di provare nuove emozioni, nuovi sentimenti. E’ così che intorno ai 18 anni (gli anni sessanta), gli anni della beat generation).
I Beatles, i Rollig Stones e tanti gruppi musicali fecero nascere in me la passione per la musica. Suonerò il basso ed un po’ anche il violoncello, viaggiando molto, in Italica, in Europa, in Medio Oriente, in Africa.
Quegli anni per me hanno rappresentato un’esperienza di vita, assolutamente straordinaria. Crescono le emozioni e nascono i sentimenti, le forti amicizie e il grande amore. Ed è proprio dell’amore per la famiglia, che agli inizi degli anni settanta decisi di smettere di suonare e di viaggiare intorno al mondo….per fortuna!!! Si ripeto, per fortuna! Infatti nel 1973 un caro amico che in quel periodo mi sapeva “a spasso”, mi aiutò a risvegliare una passione che era rimasta nascosta dentro di me, quella per la fotografia, per le immagini colorate che si proiettavano sullo schermo, regalandomi attrazione ed emozione. Una straordinaria gioia ed un’intensa volontà mi hanno accompagnato negli anni. La fortuna di essere immerso in un’arte veramente speciale e la consapevolezza di possedere un potente strumento di comunicazione mi hanno spinto, negli anni, a crescere con uno spirito speciale. Lo spirito di colui che, nel maneggiare quella macchina da presa, deve sempre provare un’emozione giusta ed intensa, tale da sapere trasmetterla anche agli altri.
E gli anni passano… lavorando per televisioni pubbliche e private, nazionali ed estere, per il cinema e sempre con lo stesso entusiasmo che mi sono trascinato dietro negli anni sia come operatore alla macchina, sia come direttore della fotografia e sia come regista. L’entusiasmo ed il piacere di amare questa arte, mi ha permesso negli anni novanta (al fianco di nomi importanti del mondo del giornalismo e del cinema) di ottenere un altro ruolo, come docente. Il dovere d’insegnare mi ha permesso di trasmettere ai più giovani che, oltre a conoscere ed imparare la tecnica, esiste la possibilità di appassionarsi al proprio lavoro. Lo spirito e la passione non li ho mai abbandonati e grazie alla tenta gratificazioni ricevute e ai premi vinti, la passione, non mi abbandonerà mai.

Questo è un breve flashback sulla mia vita, le tappe fondamentali di una carriera fino ad oggi…le mie emozioni. Per conoscere i dettagli!? Allora, adesso, se ancora vi va di sapere altro di me, leggete pure il mio curriculum.

 

INSEGNAMENTI:

CINEMATOGRAFIA
FOTOGRAFIA
REGIA

 

Facebook: https://www.facebook.com/pino.sondelli?fref=ts[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_separator type=”normal” position=”center”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_video title=”Showreel” link=”https://www.youtube.com/watch?v=6KtfTtzhChg”][/vc_column][/vc_row]